Tagliatelle al ragù gentile di cinghiale

Primo
Facile
20 min
In padella
n/d
4

Ingredienti

  • 400 g di tagliatelle
  • 400 g di polpa di cinghiale
  • 200 ml di Panna Pastorizzata Granarolo
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 1 cipolla
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • timo, rosmarino, alloro
  • qb sale e parmigiano

Tagliatelle al ragù gentile di cinghiale

Preparazione

1
Tagliate grossolanamente la polpa di cinghiale.Scaldate una padella, meglio se antiaderente, a fuoco dolce e trasferiteci il cinghiale.
2
Fate sudare la carne, muovendo la padella per evitare che si attacchi, quindi rimuovete la padella dal fuoco ed eliminate l'acqua prodotta dalla carne.
Fate raffreddare completamente e ripetete questa operazione per altre due volte, quindi tritatela al coltello.
3
In un'altra padella fate soffriggere la carota, il sedano e la cipolla tritati finemente. Unitevi il cinghiale tritato, il timo, il rosmarino e una foglia d'alloro.
4
Fate rosolare il tutto per 1-2 minuti, quindi sfumate con il vino.
5
Una volta evaporato completamente il vino, continuate a cuocere la carne sul fuoco basso per circa un'ora, aggiungendo di tanto in tanto qualche mestolo di brodo per non farla asciugare troppo.
6
A circa 5 minuti dal termine della cottura, aggiungete la panna pastorizzata, lasciate insaporire a fiamma dolce e regolate di sale.
7
Trasferite la pasta cotta e scolata nella padella del sugo e mantecatela aggiungendo, a piacere, del parmigiano grattugiato.

Ingredienti

  • 400 g di tagliatelle
  • 400 g di polpa di cinghiale
  • 200 ml di Panna Pastorizzata Granarolo
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 1 cipolla
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • timo, rosmarino, alloro
  • qb sale e parmigiano
 Panna Alto Pastorizzata Granarolo

Prepara questa ricetta con:

Panna Alto Pastorizzata Granarolo

Una bontà che comincia dal latte: la panna Granarolo nasce dalla scrematura di buon latte fresco 100% italiano ed è sottoposta a un trattamento termico che ne mantiene la bontà per più giorni.

Bontà per piatti dolci e salati. È ideale per preparare dolci al cucchiaio e torte, amalgamare i sughi, donare cremosità alle salse dei secondi piatti, rendere più appetitosi frutta e gelati.