Vai ai contenuti principali
Granarolo
Sei in: Home / Chi siamo / Storia / La Storia
Chi siamo
 

La Storia

Anni 60 - 70

Anni 60: nel 1957 nasce il Consorzio Bolognese Produttori Latte (Cbpl), presto noto a tutti come “la Granarolo”. Il Consorzio Bolognese Produttori Latte è una delle prime esperienze di produttori impegnati non solo nella raccolta ma anche nella trasformazione e commercializzazione del latte.

Anni 70: nel 1972, la Granarolo (aderente a Legacoop) e la cooperativa Felsinea Latte (aderente a Confcooperative) si uniscono per dare vita ad una realtà più grande: il Cerpl, primo consorzio unitario costituito in Italia.

Gli anni ‘70 sono un decennio di forte crescita per il nuovo consorzio: vengono aggregate altre cooperative della regione e acquisita un’azienda privata, la Sanbon, poi trasformata in yogurtificio.

Anni 80 - 90

Anni 80: la crescita degli anni ’70 viene consolidata nel decennio successivo con una serie di acquisizioni in tutto il Paese: da Modena (Dilat) a Foggia (Daunia Natura), ad Anzio (Sogecla), a Novara (Latte Verbano), alla Versilia (Centrale Latte di Camaiore).

Anni ‘90 Il Consorzio dà vita a una società per azioni (Granarolo S.p.A.) nella quale trasferisce tutti gli asset industriali e commerciali; il Consorzio, che assume il nome di Granlatte, ne detiene il pieno controllo. In questi anni inoltre, l’assemblea degli azionisti di Granarolo S.p.A. delibera un aumento di capitale che consente l’ingresso nella compagine sociale della merchant bank pubblica Itainvest S.p.A. (oggi Sviluppo Italia).

2000 - 2004

Anni 2000: Continua la campagna di acquisizioni.

Granarolo S.p.A acquisisce il ramo produttivo e commerciale della Centrale del Latte di Viterbo e il 50% di Calabrialatte S.p.A., leader del mercato del latte fresco in Calabria.

Viene avviato il processo di diversificazione del business con l’acquisizione del 100% del pacchetto azionario di Vogliazzi Specialità Gastronomiche S.p.A. e con la costituzione di Agriok S.p.A., società che si occuperà della gestione di un portale di e-procurement dedicato ai servizi per l’agricoltura.

Granarolo si aggiudica la gara per la privatizzazione della Centrale del Latte di Milano.

Centrale del Latte di Milano, Calabrialatte S.p.A. (50% delle azioni) e infine, nel 2002, Il CdA di Granarolo S.p.A. delibera l’incorporazione nella capogruppo delle controllate Dilat e Alto Lazio. Si semplifica così l’architettura societaria del Gruppo.

Nel 2003 Sviluppo Italia esce dall’azionariato e la relativa quota di capitale sociale viene riacquistata da Granlatte.

Nel 2004 il gruppo Yomo entra a far parte del gruppo Granarolo. Il Tribunale di Pavia autorizza in giugno l’ammissione delle aziende del gruppo lombardo alla procedura di concordato preventivo. Ciò comporta il via libera al contratto d’affitto per 6 anni delle aziende Yomo, Pettinicchio, Merlo e Leo Marven System a Yogolat, la nuova società costituita appositamente da Granarolo per gestire l’operazione.

2005 - 2010

Nel 2005 Banca Intesa entra nella compagine azionaria di Granarolo. L’accordo sottoscritto tra l’istituto e Granarolo è legato al salvataggio del Gruppo Yomo ed afferisce alla copertura finanziaria dell’operazione. Intesa sottoscrive un aumento di capitale di circa 70 milioni di euro, acquisendo in tal modo una quota di partecipazione del 19,8%. In conseguenza del perfezionamento dell’operazione fanno il loro ingresso nel Consiglio di Amministrazione di Granarolo S.p.A. due rappresentanti dell’istituto bancario.

Il Centro Sperimentale del Latte (CSL) – azienda facente parte della galassia Yomo ed avente l’obiettivo di valorizzare studi ed applicazioni scientifiche condotti su fermenti lattici e muffe per il miglioramento dei prodotti lattiero-caseari, agro-zootecnici e farmaceutici – entra nell’orbita societaria di Granarolo.

Nel 2009 viene venduto lo stabilimento Pettinicchio di Sermoneta.

Nel 2009 cambia il Presidente: esce Luciano Sita, entra Gianpiero Calzolari, già Presidente di Granlatte e lega coop Bologna.

Nel 2010 nasce Zeroquattro S.r.l., una società di servizi logistici integrati con una vocazione specifica, anche se non esclusiva, al trasporto e alla distribuzione dei prodotti alimentari freschi, gestiti in catena refrigerata, da 0° a 4°.

2011 - 2014

Nel 2011 nasce Granarolo Iberica S.L., detenuta al 100% da Granarolo International con la missione di distribuire prodotti alimentari in Spagna.

Con la creazione di questa filiale estera, Granarolo conferma il progetto di sviluppo nei mercati esteri anche attraverso presidi locali.

A settembre 2011 viene acquisita l'azienda italiana casearia Lat Bri, terzo produttore di formaggi freschi in Italia. Questa operazione consente a Granarolo di aumentare la propria presenza nel settore dei formaggi freschi e la gamma di prodotti offerti al mercato.

A giugno 2012 risale invece l’acquisizione della Ferruccio Podda, azienda sarda con 60 anni di storia e una DOP di ottima qualità, un pecorino vincitore di molti riconoscimenti (fra gli altri il Premio delle Crete Senesi). Viene creata Casearia Podda, una società di scopo controllata da Granarolo al 65%. Casearia Podda rappresenta l’entrata di Granarolo nei formaggi stagionati.

Nel 2013 Granarolo annuncia l’acquisizione del Gruppo caseario francese CIPF Codipal, facente capo alla holding Compagnie du Forum SAS, consolidato operatore francese attivo nella produzione e distribuzione di formaggi freschi e stagionati con i marchi Casa Azzurra, Les Fromagers de Ste Colombe e Les Fromagers de St. Omer.

L’acquisizione di CIPF Codipal è di forte rilevanza nel segno della strategia Granarolo di internazionalizzazione ed esportazione dei prodotti italiani, già oggi molto apprezzati e in costante diffusione oltre confine Con questa operazione è stata varata Granarolo International, la società a cui faranno capo tutte le attività internazionali del Gruppo.

A dicembre 2013 è nata Granarolo UK, società controllata da Granarolo International, per l'esportazione di formaggi nel Regno Unito e in Irlanda.

A gennaio 2014 Granarolo S.p.A. e Vivartia Group, a cui fa capo il maggiore produttore greco di prodotti lattiero-caseari Delta Foods S.A., siglano una partnership che prevede la distribuzione in Italia di yogurt e formaggi greci.

Ad aprile 2014 è avvenuta l’inaugurazione della Centrale del Gusto S.r.l., per svolgere attività di vendita al dettaglio di prodotti alimentari all'interno del Mercato di Mezzo di Bologna e detenuta per il 90% da Granarolo S.p.A.. Una pasticceria, gelateria e caffetteria nel centro di Bologna che intende coniugare l’ingredientistica di grande qualità Granarolo con l’abilità e la fantasia di un riconosciuto maestro della pasticceria, Gino Fabbri, Presidente dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani.

Diventa sempre più rilevante la crescita internazionale del Gruppo, testimoniata dalla presenza, durante tutto il 2014, alle maggiori fiere internazionali dell’alimentare che ospitano le eccellenze da tutto il mondo. I primi appuntamenti hanno visto la partecipazione di Granarolo in giugno a “Africa’s Big Seven” a Johannesburg in Sudafrica, “Sial Brasile” a San Paolo e “Summer Fancy Food” a New York, in luglio al “Nantwich Show” a Londra, al “Fine Food Australia” a Melbourne in settembre e al “Sial Europe” a Parigi in ottobre.